Arcidiocesi di Oristano

Ufficio
Pastorale Universitaria
Cultura
Evangelizzazione digitale

La gioia del Vangelo

Predicare il Vangelo a ogni creatura è il compito che Gesù ha affidato ai suoi discepoli. Un’universalità  da proporre nell’attuale contesto sociale e politico: «Fe­dele al modello del Maestro, è vitale che oggi la Chiesa esca ad annunciare il Vangelo a tutti, in tutti i luoghi, in tutte le occasioni, senza indu­gio, senza repulsioni e senza paura. La gioia del Vangelo è per tutto il popolo, non può esclude­re nessuno» (Evangelii gaudium, 1).

L’Ufficio diocesano per la pastorale universitaria, la cultura e l’evangelizzazione digitale, creato da Mons. Roberto Carboni, si inserisce in questo processo di rinnovamento voluto da papa Francesco.

Gli obiettivi saranno cinque: 1. fare il primo passo per quanto riguarda la pastorale universitaria e della cultura, rispettando la pluralità, le storie e i volti di ciascuno: è possibile comunicare e comprendersi anche quando i pensieri sono differenti o apparentemente “lontani”; 2. far comprendere a ogni ragazzo/a ciò che di bello è presente nei suoi dubbi e nelle sue domande; 3. vivere, anche nell’infosfera, l’umiltà, la misericordia e il servizio; 4. pensare a uno stile adeguato al nostro tempo e non “fuori dal mondo”; 5. appena sarà possibile, condividere momenti di riflessione e di preghiera nella Chiesa del Carmine di Oristano.

Sarà un laboratorio con persone aperte alla diversità, al dialogo e al trascendente: «L’uomo esiste come essere limitato in un mondo limitato; eppure la sua ragione è aperta all’illimitato, all’Essere tutto intero» (H. U. von Balthasar)

Accettiamo questa sfida consapevoli che soltanto un cambiamento di stile può creare una nuova attenzione nei confronti del Cristianesimo. La scoperta di Cristo, infatti, stimola ciascuno a dare il meglio di sé, a essere una risorsa di speranza per tutta l’umanità.


don Giuseppe Pani
direttore dell'Ufficio
Quando finisce la notte: credere dopo la crisi

Il nuovo saggio di Francesco Cosentino comunica "pensieri senza paura". Comunicare senza paura aiuta ad andare oltre le parole, per cogliere quelle realtà che in esse si innestano. Recensione a cura di Elena Sale e Noemi Mulas.

Continua...
Dante è vivo, a 700 anni dalla morte

"Dante è vivo. A 700 anni dalla morte" è il titolo del documentario realizzato dall’Ufficio per la Cultura e l’Università e dall’Ufficio per la Pastorale del Tempo libero, del Turismo e dello Sport del Vicariato di Roma.

Continua...
Le mani sono le antenne dell'anima

Le mani sono un importante canale di comunicazione: trasmettono energia, forza e amore. Toccare l’altro è comunicargli ciò che sono e accettare ciò che lui è. A cura di Miriam Crobu.

Continua...
Il disagio dei nostri giovani

"Non abbiamo dato loro alcuno strumento che li potesse guidare nella stagione difficile del vivere; non lo abbiamo fatto perché da decenni la nostra cultura occidentale è latitante quando si tratta della formazione dell’animo".

Continua...
Guardiamo il Cielo e contiamo le stelle

La speranza «è una stella. Le stelle non appaiono durante il giorno. Brillano solo di notte. Solamente coloro che camminano di notte possono vederle» (R. Alves), anche se sono lontane. Buon 2021.

Continua...
Quanto sono belle le persone

Leggendo questa splendida poesia di Patrizia Bannò, ho ritrovato una parte di me, assaporando la bellezza delle persone semplici, quelle che non si fermano all’apparenza ma vanno oltre: sono cuore a cuore con il cuore del mondo. Recensione di Miriam Crobu

Continua...
La Parola che “illumina” il mondo

In un marasma di parole ci avviciniamo a un momento dell’anno dove la vera "Parola" esprime la sua potenza. Nel "Verbo" incarnato tutti possono fare esperienza della grazia sovrabbondante. La riflessione dell'Associazione "La Lucerna" di Norbello.

Continua...
Manuel, il piccolo guerriero della luce

In questi giorni è uscita la nuova edizione del libro "Manuel, il piccolo guerriero della luce". Don Valerio Bocci, coautore del testo e amico del nostro ufficio diocesano, ha voluto condividere con noi il suo “incontro” con Manuel.  

Continua...
Da Terralba a Baltimora con Israele nel cuore

La nostra intervista a Giacomo Loi, ventotto anni di Terralba, dottorando e assistente presso la J. Hopkins University di Baltimora, dove fino a oggi ha insegnato letteratura greca e introduzione alla medicina antica.

Continua...
Essere studenti oggi: quasi come in "Black Mirror"

Pur con tutti i suoi limiti e problemi la scuola rimane un fondamentale laboratorio di futuro, che oggi, quasi come in una puntata della serie televisiva distopica "Black Mirror", si riduce a una fredda e breve interazione tramite degli schermi.

Continua...
Ricerca nel Blog

Un grande strumento di condivisione


«Durante il lockdown abbiamo dovuto fare i conti con il “digitale”. Come ci testimoniano le inchieste statistiche, i numeri dei contatti on line, di messe o catechesi sono stati molto più alti degli abituali frequentatori delle nostre chiese. Tanta gente nuova, tanti ritorni. Questi mezzi, in sostanza, si sono rivelati un grande strumento di condivisione, che ci ha rivelato un mondo bisognoso di Parola molto più vasto dei nostri confini. Dobbiamo adesso essere saggi. Non significa che abbiamo trovato le soluzioni magiche ai problemi della pastorale o della partecipazione della gente. Non sarà il digitale a risolvere i problemi di una fede non approfondita o immatura. Però possiamo chiederci come riproporlo nel contesto degli altri modi di comunicare il vangelo, dell’incontro, della condivisione».

Mons. Roberto Carboni, Incontro del clero arborense (30 giugno 2020)


Arcidiocesi di Oristano

Ufficio
Pastorale Universitaria
Cultura
Evangelizzazione digitale